STADIO, MERCATO E SERIE B: NATALE SCOPPIETTANTE IN CASA ALBINOLEFFE

albinoleffe-calcio-lega pro

È stata una serata piacevole e scoppiettante quella di ieri nella quale la dirigenza dell’AlbinoLeffe ha incontrato sponsor e stampa. L’appuntamento è stata l’occasione per affrontare argomenti sempre attuali. La prima è legata all’ormai nota questione stadio e il presiedente bluceleste, Gianfranco Andreoletti sfodera il colpo a sorpresa: “Se fossi cattivo sulla questione stadio direi che fino al 9 marzo possiamo sperare che l’impianto possa ospitarci per molto tempo. C’era un’udienza fissata per dicembre, ma il giudice ha voluto posticiparla non per le solite lungaggini all’italiana, ma per approfondire maggiormente la vicenda. Resta il fatto che fino al 2019 il Comunale ci deve ospitare. L’Atleti Azzurri d’Italia è un impianto comunale che deve ospite società locali professionistiche e noi abbiamo tutte le caratteristiche per giocarci“.

Del momento che sta vivendo la squadra ha parlato il DS Simone Giacchetta: “Peri il nostro presidente era importare riacquisire credibilità sportiva e come imprenditore che fa calcio. Andreoletti ha vissuto stagioni difficili che hanno condizionato il giudizio. Ora la credibilità sportiva e tecnica è tornata sui suoi livelli. Per chi ha lavorato a questo progetto tutti i giorni è una grande soddisfazione. Migliorare è difficile. Abbiamo fatto scelte giuste, ora vogliamo migliorare il nostro record mantenendo le nostre caratteristiche, tra cui un centro d’eccellenza e con una tranquillità economica che in altre realtà della categoria non ci sono. Calciatori buoni ne abbiamo, non tutti li conoscete, anche tra i giovani. Qualcuno è stato monitorato da club importanti. Per noi è una soddisfazione“.

Last but not least, parola a mister Massimiliano Alvini: “Cosa ci manca per fare il salto? Io sono contento di allenare una grande società come questa. Per arrivare dove io voglio arrivare ci vogliono lavoro e tempo. Siamo partiti con un progetto nuovo e ci siamo conquistati la fiducia di tutti. Per arrivare in Serie B dall’oggi al domani serve altro. Altrimenti c’è bisogno di tempo per far sì che la squadra ci arrivi. È un lavoro quotidiano che va sviluppato attraverso lo studio di tutti i giorni. La B è un obiettivo e non lo dico con presunzione. Dobbiamo maturare tutti. Quest’anno vogliamo migliorarci per poi puntare più in alto perché per serietà e competenza la società lo merita“.

 

Be Sociable, Share!