LA PIOGGIA NON FERMA I 3500 DELLA 41ESIMA STRABERGAMO

strabergamo

Si sono presentati puntuali, nonostante la giornata non proprio soleggiata, gli appassionati della StraBergamo, la marcia non competitiva per le vie della città alta e bassa, giunta alla sua 41esima edizione.
Alla manifestazione hanno partecipato più della metà dei 6.186 iscritti totali, un buon numero se si tiene conto che la pioggia ha smesso di scendere appena prima della partenza, ha dato tregua un paio d’ore per poi riprendere abbondante intorno alle 11.30.
Il Villaggio StraBergamo è stato inaugurato venerdì ed ha offerto svariate iniziative lungo tutto il fine settimana. L’intera area del Sentierone che ospitava gli stand di sponsor e associazioni amiche dell’evento (dal laghetto del teatro Donizetti fino al semaforo di viale Roma e tutta piazza Matteotti), è stata protetta con una trentina di Stonebox dalla Stone City di Bolgare, ovvero delle pesanti gabbie metalliche riempite di pietre e sistemate davanti agli accessi carrabili.
Sul posto e lungo il percorso diverse pattuglie della Polizia Locale, una dei carabinieri alla partenza e il personale della StraBergamo a dare indicazioni e assistere i partecipanti agli snodi principali dei quattro percorsi.
A tagliare il nastro de via l’assessore all’Istruzione del Comune di Bergamo Loredana Poli, che ha dichiarato: “Questa manifestazione permette di coniugare temi importanti come il movimento fisico, la salute e la prevenzione, alla bellezza dei percorsi che consentono di ammirare i luoghi più belli e più particolari della nostra città”.
L’itinerario più battuto, come spiega Massimiliano Pezzoni de L’Azzurro, che ha organizzato l’evento, è stato quello dei 12 chilometri: “I punti ristoro situati nella zona del monastero di Astino sono stati presi d’assalto – spiega – e ciò significa che i partecipanti di questa quarantunesima edizione hanno preferito i due percorsi intermedi di 12 e 15 chilometri”.
Il percorso dei 6 chilometri, quello dedicato alle famiglie e ai bambini, solitamente è il più scelto, ma la pioggia ha fatto propendere tante persone con bimbi piccoli a restare a casa. Nonostante ciò i mini partecipanti alla StraBergamo sono stati parecchi.
Molti i runner e gli appassionati di corsa, tra cui Simone Leo, milanese di 38 anni, famoso ultramaratoneta. La marcia non competitiva per lui ha rappresentato una sorta di allenamento. Simone sta infatti scaldando i muscoli per la Philippides Run (Atene-Sparta-Atene), maratona non stop di 490 chilometri da fare in quattro giorni, in programma il prossimo 17 novembre. Simone ha scelto la 12 chilometri e all’arrivo ha commentato: “Il percorso aveva molti saliscendi, è stato “duretto” ma molto bello: bello l’ambiente, la gente, l’intera manifestazione”.
I primi partecipanti a tagliare il traguardo simbolico, dato che si tratta di una marcia non competitiva, sono arrivati alle 9.30/9.45.
Per i numerosi gruppi che hanno partecipato sono stati messi in palio dei trofei e dei buoni spesa da consumare al centro commerciale “Le Due Torri” (consegnati anche a diversi partecipanti attraverso un’estrazione finale dei biglietti delle iscrizioni), uno degli sponsor storici della StraBergamo.
Ecco i dodici gruppi che si sono classificati per primi:
Amici di Carlo – Le Due Torri; Impresa Percassi; Bergamonews; La via della felicità; BPM; Gruppo Bonate Sopra; Centri SportPiù; Spirano Bar Europa; Liquirone; Atletica Stezzano; Amici di Renata; Minifaber.

Be Sociable, Share!