GIACOMO MILESI (PERFORM): “FATE MOVIMENTO PER CAMBIARE IN MEGLIO LA VITA”

milesi-perform-sport-bergamo

Laureato in Scienza dell’Attività Fisica per il Benessere presso l’Università degli studi di Milano e Specializzato in Rieducazione Funzionale Sportiva presso l’Edi Academy di Milano, Giacomo Milesi è l’uomo che in Perform ha il compito di chiudere il ciclo riabilitativo iniziato da Esteban Ferrer. Noi l’abbiamo incontrato per capire meglio gli aspetti peculiari della sia professione. Dottor Milesi, com’è iniziata l’avventura in Perform?

“Grazie a Francesco Vaccariello, col quale collaboro da anni per il recupero e riabilitazione funzionale dell’atleta. In Atalanta sono responsabile del settore giovanile nel reparto riabilitazione funzionale da tre anni. In Perform sono responsabile allenamento personalizzato e rieducazione insieme a Esteban. Uso l’esercizio fisico come se fosse una medicina per fare il secondo step dell’iter verso la completa riabilitazione, ma il moto serve anche per prevenire malattie croniche come il diabete”.

In cosa consiste il suo sistema di lavoro?

“Sono specializzato in FMS, Functional Movement Screen, uno screening che abbiamo provato in Atalanta: è un metodo provato scientificamente che permette di correggere le incapacità motorie di una persona e creare un programma finalizzato alla risoluzione di queste e successivamente a un corretto allenamento per raggiungere gli obiettivi che la persona vuole”.

Come cambia l’approccio di lavoro quando si ha a che fare con un professionista o con un dilettante?

“Il modello cambia perchè cambia la disponibilità di tempo. Il professionista ce l’ha completa, il non professionista ha poco tempo e quindi bisogna ottenere risultati in un breve arco temporale. Noi cerchiamo di educare la persona per non essere dipendente da noi, quindi a portare avanti il proprio programma anche fuori da Perform. Il movimento fa bene e può cambiare in meglio la vita”.

L’estate si avvicina e con essa la pessima abitudine di ricorre ad allenamenti fai da te o consigliati da riviste che di medico non hanno proprio niente…

“Una persona deve investire tempo ed energie per raggiungere dei risultati, ma soprattutto per mantenerli. Si deve cambiare lo stile di vita. L’esercizio fisico è una medicina che dà i risultati a lungo termine. La motivazione intrinseca deve essere nel cliente, noi mettiamo il resto”.

Giovani e sport, un problema di cui si parla molto.

“La questione vera è che oggi manca la multilateralità nell’approccio allo sport. Ci si dedica a una sola attività e questo potrebbe essere un peccato. In questo senso dovrebbero intervenire le scuole, ma ciò richiederebbe un radicale cambio nel sistema disciplinare”.

Le è mai capitato di lavorare con un calciatore che sarebbe stato più adatto a fare altri sport?

“No, ma mi è capitato di vedere ottimi atleti che non sono diventati grandi calciatori perchè sono mancati altri fattori come la tecnica di base, la tattica individuale, di squadra e altri fattori. In Atalanta abbiamo cercato di definire dei valori fisici di riferimento che possano facilitare questo percorso. Ovviamente ci sono le eccezioni”.

Quali sono le prossime novità che presenterete?

“La prima è Running. Sabato 13 e 20 maggio ci sarà la possibilità di effettuare un check completo e un programma di allenamento personalizzato per chi vuole avvicinarsi al mondo della corsa. Il responsabile tecnico è Marco Vaccari, ex olimpionico e quattrocentista nazionale e già preparatore atletico degli arbitri internazionali d’elite Fifa”.

Come si inserisce la sua figura all’interno di Perform?

“Nella nostra realtà conta molto il lavoro di squadra. Se un laureato in scienze motorie non si cala in una realtà più ampia come questa fa fatica a fare capire la propria attività. Se associato a una corretta nutrizione e a una fisioterapia pregressa, il lato motorio può fare la differenza per chiudere un cerchio e fare in modo che la persona non ricada nella stessa problematica sia per quanto riguarda il dimagrimento e la ricaduta negli infortuni”.

Fabio Manara

Be Sociable, Share!