ATALANTA SHOW COL GENOA: “MANITA” FIRMATA CONTI, GOMEZ E CALDARA

gomez atalanta Genoa calcio serie A

L’Atalanta risponde presente in una giornata chiave nella corsa all’Europa superando con un netto 5-0 un Genoa ormai senza obiettivi e contestato dai sui tifosi. Mandorlini sceglie l’ex Pinilla al fianco di Simeone, ma soprattutto Rubinho tra i pali; nessuna sorpresa nell’undici nerazzurro. Match piacevole da subito. La prima occasione è dei rossoblù con Simeone che, al 7′, serve Rigoni il cui esterno destro termina largo. L’Atalanta replica con Freuler murato da Burdisso, antipasto della bella verticalizzazione di Gomez per Kessié il cui pallonetto è largo con Rubinho battuto. Scampato il pericolo, il Genoa ci prova a cavallo del quarto d’ora con Pinilla e Simeone, ma i due difettano di precisione. Ne mette Kessiè, al 23′, ma trova i guanti del portiere avversario. È il preludio al gol che arriva un minuto dopo: assist di Spinazzola, rovesciata di Conti e Rubinho è battuto. L’Atalanta raddoppia al 31′: Petagna entra in area e Burdisso lo stende. Rigore sacrosanto. Dal dischetto va Gomez che spiazza Rubinho e insacca.

Nella ripresa nerazzurri ancora in avanti, prima con la punizione di Gomez su cui Rubinho si salva in qualche modo e poi col gran destro di Kessiè (54′) che si stampa sul palo. Piove sul bagnato per i rossoblù che al 60′ restano in dieci per l’espulsione di Pinilla che prende due gialli in pochi secondi, fallaccio su Berisha e insensate proteste con l’arbitro a seguire. Al 63′ i bergamaschi chiudo di fatto la gara: Kurtic sfonda sulla destra e serve Gomez che deve solo spingere la palla in fondo al sacco. Nel finale ci sono un paio di conclusioni dei padroni di casa con Morosini e Munoz, ma soprattutto la rete firmata da Caldara e quella ancora di Gomez (14esima per il Papu in campionato) per una “matita” dal sapore d’Europa.

Fabio Manara

Be Sociable, Share!