TRIS ATALANTA SUL PESCARA, DECIDONO GOMEZ (2) E GRASSI

atalanta-pescara-caclcio-serie-a

Messa in archivio la debacle di una settimana fa a San Siro, l’Atalanta ritrova i tre punti grazie alla doppietta di Gomez e alla rete di Grassi. Successo decisamente meritato quello dei nerazzurri che hanno fatto la parte del gatto contro il topo Pescara ordinato e nulla più, mai pericoloso e mai aggressivo rispetto a quanto ci si aspetterebbe da una squadra di Zeman. Gasperini spedisce Kessié, non al meglio, in panchina e lancia Grassi al posto dello squalificato Kurtic. Il suo collega boemo prova a mischiare le carte, ma il suo Pescara mostra da subito tutti i limiti che ne hanno caratterizzato la stagione. Al 6′ l’Atalanta sfiora il vantaggio: lancio in campo aperto di Petagna per Gomez, Bizzarri ci mette una pezza. Vantaggio che arriva al 13′: cross di Hateboer, velo di Petagna, Grassi lascia scorrere per l’accorrente Gomez che fulmina Bizzarri. Passano quattro minuti e il Papu veste i panni di assistman per Toloi che ci prova col colpo dello scorpione, trovando la pronta risposta del portiere del Pescara. La gara si accende a cavallo della mezz’ora grazie a Cristante e Petagna che cercano la via del raddoppio ma difettano di mira.

Al 49′ l’attaccante triestino serve un pallone d’oro a Grassi, il numero 88 tenta la conclusione a giro che esalta Bizzarri, sicuramente il migliore dei suoi. L’Atalanta continua a premere e al 69′ trova il raddoppio: traversone basso di Gomez, piatto in corsa di Grassi e palla in rete. In pieno recupero arriva il 3-0: ci prova Hateboer, poi Kessié che libera Gomez pronto a realizzare la più facile delle segnature. È il gol che chiude il match, spegne le residue speranze di salvezza del Pescara, ma soprattutto consente ai nerazzurri di mandare un segnale forte alle dirette concorrenti per l’Europa: il 7-1 contro l’Inter è storia passata, l’Atalanta c’è e ha voglia di fare la voce grossa.

Fabio Manara

 

Be Sociable, Share!